Trovate il vostro Alloggio
Ricerca dettagliata

La porta per la Val Badia

Località a San Vigilio

San Vigilio

Le località della Val Badia hanno tutte 3 nomi, uno ladino, uno italiano e uno tedesco. San Vigilio di Marebbe si chiama quindi anche St.Vigil in Enneberg e Al Plan de Mareo. Il ladino, una lingua retoromanza antica 2000 anni, costituisce la lingua più parlata nella valle. A San Vigilio ovunque si percepisce chiaramente lo stile di vita e la mentalità dei ladini. Le usanze e le tradizioni ladine vengono vissute attivamente e fanno parte della quotidianità. Anche lo sport e il tempo libero rivestono una certa importanza a San Vigilio. La vicinanza con il Parco Naturale Fanes-Senes-Braies, sito tra le Dolomiti, consente di iniziare molte escursioni già nei pressi del paese. Camminare, fare alpinismo, andare in mountain bike, fare arrampicata, sciare, fare scialpinismo, andare in slitta e fare sci di fondo sono pratiche sportive molto amate da svolgere a San Vigilio. Chi è in cerca di una porzione extra di adrenalina può provare lo zip-line più lungo d'Europa.

San Vigilio di Marebbe

Pieve di Marebbe

Sui pendii soleggiati sopra San Vigilio si trova l'idilliaco paesino di Pieve di Marebbe, considerato la culla della cultura ladina. Gli abitanti sono per lo più agricoltori e vivono ancora attivamente l'antica tradizione contadina ladina. Prodotti tipici altoatesini quali speck, miele o formaggio vengono prodotti direttamente nei masi. La chiesa di pellegrinaggio è meta di molti pellegrini e visitatori.

Pieve di Marebbe

Longega

A Longega confluiscono il Rio di San Vigilio e il Rio Gadera, il fiume principale della Val Badia. Da qui il nome tedesco della località, Zwischenwasser (“tra le acque”). Il paese è piccolo e offre soprattutto molta natura. Facendo un tour di nordic-walking è possibile ammirare la flora e la fauna locali.

Longega

Rina

Chi cerca la quiete assoluta lontano dalla frenesia della vita quotidiana la trova a Rina, un tranquillo paesino di montagna situato su un pendio al sole a 1450 metri di altitudine. Nel paese, adagiato nello scenario incantevole delle Dolomiti, rilassarsi è magnifico. Il paese conta solo 500 abitanti ed è caratterizzato dall'attività agricola. Rina è un buon punto di partenza d'estate per escursioni in alta quota e d'inverno per ciaspolate.

Rina

san martin

San Martino, il paese che dà il nome all’omonimo comune, protegge, proprio come un patrono, la cultura ladina. L’imponente Castello di San Martino in Badia ospita il Museum Ladin Ciastel de Tor, da vedere assolutamente, mentre nel centro del paese si trova l’Istituto di cultura ladino „Micurà de Rü“. Questo luogo è intriso della cultura locale, da vivere con tutti i sensi, vista, udito, gusto. L’affascinante mondo delle Dolomiti, così visceralmente legato allo stile di vita ladino, si può toccare con mano, salendo a piedi sui pascoli alpini, con casco e ganci tra le pareti rocciose o con sci, slittino e ciaspole sul bianco manto scintillante. Il mondo alpino del parco naturale Puez-Odles, così erto e ricco di leggende, è tutto da conquistare, e la flora e la fauna aspettano solo di essere scoperte… un’esperienza indimenticabile.

San Martino-Dolomites

Antermoia

Dirigendosi verso il Passo delle Erbe (Ju de Börz) si passa per Antermoia. Una graziosa chiesetta, un piccolo e allettante impianto sciistico per famiglie e principianti e due piste per lo sci di fondo molto curate sul Passo, affascinanti sentieri e avvincenti escursioni alpine, con l’imponente Sasso Putia sempre in vista …  Tutti ottimi motivi per concedersi una balla vacanza, da conservare nella memoria per tutta la vita.

Antermoia

lungiarü

In una lunga e silenziosa convalle si trova il paesino montano di Longiarü, pieno di natura e tradizione. Molti secoli fa, i primi contadini si sono insediati qui, nel cuore delle Dolomiti, protetti dal Gruppo delle Odle e dal Gruppo del Puez. Due sentieri a tema, „Val di Murins“ e „Roda dles Viles“,raccontano come una volta si viveva nei borghi e si lavorava nei mulini, ma non sono gli unici: ai piedi del parco naturale Puez-Odles se ne trovano tanti, che, sia in inverno che in estate, offrono gite per tutti i gusti.

Lungiarü estate

picolin

Come il nome promette, la frazione di Piccolino è un paese di soli 250 abitanti: tipicamente ladino e pittoresco, si trova proprio davanti al comprensorio sciistico Plan de Corones. Volendo si può raggiungere la cabinovia di Piccolino anche con gli sci, mentre a piedi si impiegano non più di 10 minuti. Un paradiso per chi ama gli ampi comprensori sciistici dove il divertimento à assicurato. Ma è anche un punto di partenza per tranquille avventure estive da vivere in mezzo alla natura, in inverno e in estate.   

Picolin

Trova il tuo alloggio

Scroll to top